Il primo sito italiano dedicato all'arte del Boxed Diorama
Jim DeRogatis (Chicago, USA)
Cave of the Storm Nymphs
Jim è un modellista  di Chicago ed è un membro della Military Miniature Society of Illinois. E' presente nel nostro sito con una galleria.
"Cave of the Storm Nymphs" è stato ispirato dall'omonimo dipinto del 1903 di Sir Edward Poynter,  artista dell'era tardo vittoriana, che amava le fanciulle, le ninfe e le sirene. Mi sono  imbattuto nel web, sono rimasto colpito dalla composizione e dal contrasto tra la fresca  illuminazione esterna e l'illuminazione calda all'interno della grotta, e ho pensato che sarebbe  stato un soggetto perfetto da provare in un Boxed Diorama, oltre a servire come divertente  diversione dalla modellistica storica. Amo le ninfe nude! Sono dei nudi in stirene della Preiser serie "Eva" in scala 1/24. Sono state pesantemente  convertite per lo scopo.
Qui si possono vedere i progressi attraverso varie fasi. Poiché le linee di  prospettiva  attraverso la finestra di visualizzazione assieme all'apertura della caverna sono fondamentali, ho passato molto tempo nel provare e progettare questa fase. Come ogni costruttore di Boxed Diorama sa, più tempo  si dedica alla pianificazione, migliore è il prodotto finito. Una volta costruito il palco utilizando cartone e una particolare schiuma facile da incidere(noto in Italia come "struttura". NdT), ho lavorato le pareti e il tetto della caverna.  La nave è un vecchio  modello Heller di scala 1/144 chiamato "La Sirene". Ovviamente il modello è stato pesantamente convertito per le esigenze di questo lavoro.
Il "mare" prende forma: ho utilizzato della pasta da modellare.  Il diorama è stato  progettato in due moduli: il mare posto su una base e la  caverna in una "mini-scatola" più piccola che si adatta in quella più grande. Questo consente una maggiore  flessibilità nel lavoro e nella manutenzioine. Mentre procedevo, la forma esatta  dell'apertura della grotta cambiava molte volte, conformandosi a ciò che poteva (e non poteva)  essere visto. Il mare è stato dipinto a olio e la nave è dipinta in acrilico.
Come faccio sempre inizio a lavorare all'illuminazione già nelle prime fasi, armeggiando  costantemente lungo la strada. Questo perchè l'illuminazione ha un enorme impatto sul lavoro finale. Utilizzo diodi LED: bianco caldo  all'interno, bianco freddo esterno e tutti filtrati con del gel teatrale (facilmente reperibile on line).  La lanterna è un minuscolo diodo LED dentro un pezzo Historex. Le luci ambientali in stile spot  sono state posizionate negli angoli superiori della  caverna e sulla sommità. Le luci esterne fredde sono montate sul retro del modulo / mini-box che  contiene la grotta.
Qui sotto vediamo il "palcoscenico" senza effetti luminosi così da poter osservare in dettaglio: l'albero maestro rotto, la piccola cassa di monete d'oro, il baule pieno di altri oggetti, il teschio e la lira cioè lo strumento principale utilizzato dalle sirene per poter richiamare i marinai. Si possono notare vari luci e  cablaggi.
La nave nel mare sballottato si sta avvicinando al completamento. Le increspature bianche sulle onde sono un prodotto per effetti speciali della Woodland Scenics. Il sottile sfondo di plastica bianca che s'incurva serve per creare l'illusione della profoindità e lo sfoindo scuro quasi nero ci aiuta. Ho usato l'aerografo per cercare di catturare un po 'di atmosfera da cielo tempestoso, ma le mie capacità di aerografia sono molto rudimentali, quindi abbiate pietà!
Rifinitura delle figure scolpite e modificate . A volte, trovo più facile fare gli ultimi pezzi di scultura dopo aver messo il primer così da vedere eventuali difetti che devono ancora essere risolti.
Il box diorama è finito. Per finire ho  inserito una "tela" di plastica trasparente molto sottile sopra l'apertura della grotta dopo averla leggermente nebulizzata aerografo utiliando Tamiya Flat Base (X-21). Questo ha dato un effetto di nebbia misto a pioggia nebbiosa all'esterno, e ha notevolmente migliorato l'illusione della prospettiva che fa  "sbiadire" in lontananza la nave. Nel complesso, sono stato contento del lavoro svolto.